5 Campionato drifting per Società 2016 Lido degli Estensi

Gli scorsi 20 e 21 maggio, durante il 5° campionato italiano per società di drifting (big game) che si è svolto nelle acque antistanti il Lido degli estensi (FC) sono stati taggati ben 70 tonni. Un risultato davvero eccezionale che sottolinea non solo quanto sia riuscita la manifestazione sportiva che ha contato più di 80 catture e la presenza di 50 equipaggi, ma soprattutto quale sia stato il contributo dato al progetto “TonTag FIPSAS” che supporta la ricerca e la sostenibilità della pesca al Tonno Rosso nel Mediterraneo grazie alla raccolta di informazioni che comporta.
Edoardo Coarduto, con 6 taggature in due giorni, è stato l’atleta che ha taggato più tonni.

I tonni catturati e rilasciati – secondo la pratica del catch and release, obbligatoria ormai in quasi tutte le competizioni di pesca sportiva – sono stati classificati per la maggior parte nella fascia bianca, quella che comprende i tonni di misura compresa tra i 130 e i 167 cm e peso tecnico stimato in 48kg. Date le difficili condizioni in cui la misurazione viene effettuata e la scarsa manovrabilità dell’asta di riferimento, le misurazioni sono considerate “fuori tutto” (FT), cioè dall’estremità della bocca alla congiungente gli apici delle pinne caudali.
Un lavoro molto lungo quello portato avanti da Stefano Sarti, vice presidente del settore mare della FIPSAS, dal commissario tecnico Mirko Eusebi e dal responsabile della disciplina Franco Bellini, che avevano l’incarico di visionare i filmati di convalida delle catture fatte. Un lavoro che ha permesso però di certificare tutti i tag effettuati e sottolineare la straordinarietà delle due giornate.
Dal 2006 la FIPSAS collabora attivamente con l’ICCAT per difendere e tutelare il Tonno Rosso (Thunnus Thynnus). Questa specie ormai è in grave pericolo di estinzione. Per questo anche la Fipsas ha abbracciato la causa dell’ICCAT (la Commissione Internazionale per la conservazione dei tonni e delle specie affini dell’Atlantico) ideando la campagna “TonTag” che prevede la taggatura dei tonni da effettuare durante le competizioni sportive e nella pesca ricreativa, nella regola del catch and release. La taggatura permette di raccogliere moltissime informazioni relative alla presenza e alla quantità di questo specifico tipo di pesce, nei vari tratti di mare che circondano le nostre coste

I commenti sono chiusi